Cecilia
Leggende di mare

Ci ho messo due anni a scrivere questo spettacolo, il primo anno è stato di alti e bassi, era molto tempo che non scrivevo più testi teatrali, e riprendere è stato faticoso. ma poi ho avoto la fortuna di conoscere Roberto Mercadini, tramite il suo canale Youtube, e la sua sana voglia di raccontare storie e qualche messaggio scambiato sui social, mi ha aiutato nel farmi finire il lavoro.

Il secondo anno è stato forse quello più bello, un anno per approfondire le mie conoscenze sulle storie e leggende che circolano a Livorno, il periodo in cui ambientare Cecilia era già scelto, e una votra trovate sette leggende che potevano essere coerenti con il periodo in cui avevo ambientato la storia, ho inizato a mescolare tutto con storia vera, facendo interagire la protagonista con personaggi realmente vissuti nella Livorno dell'epoca, facendo raccontare anche alcuni eventi realmente accaduti, e così è nata Cecilia.

Anzi, potrei anche dire rinata, perché la leggenda di Cecilia è una di quelle che in città era stata quasi totalmente dimenticata: è merito del libro il punto dei quattro nasi di Giorgio Fontanelli (1991) che mi ha fatto conoscere questa leggenda livornese, leggenda che poi, andando ad approfondire, ho scoperto essere presente in molti altri luoghi con piccole differenze: ho studiato molte varianti (oltre quella livornese, c'è un'altra versione toscana, una piemontese, una romana, e molto bella quella calabrese musicata in epoca barocca), e ho anche provato a trovare le sue origini, non è stato facile, ma qui è venuto in mio soccorso mio padre, che pur partendo dall'ipotesi -plausibile- di una sua origini provenzale, dato che agli inizi del basso medioevo, i poeti provenzali ebbero una grande influenza in tutta la penisola italiana, ha scoperto grazie al libro I canti popolari italiani di Roberto Leydi (1973), che l'origine della storia di Cecilia è stata persa, ma sicuramente italiana: ne esiste almeno una versioni in ogni regione italiana tranne che in Sardegna, e in europa c'è qualcosa di simile solo in Catalogna, senza però corrispondenze serie.
Tornando a parlare delle varie varianti locali, mi sono fatto un'ipotesi tutta mia, ancora senza prove certe, ve la propongo: molto brevemente la leggenda di Cecilia parla di una donna che deve decidere se concedersi per salvare l'amato che è stato condannato a morte (poi il finale può variare di regione in regione) ma solo il dramma della scelta mi fa venire a mente una delle opere liriche più amate al mondo: la Tosca. Mi ripeto, non ho prove certe, ma alcuni indizi mi inducono a pensare male.

Lo spettacolo l'ho finito di scrivere già nel marzo 2019 anche se il debutto c'è stato solo a febbraio 2020 all'Acquario di Livorno. Sono molto soddisfatto della storia che è nata e del mondo che ho costruito grazie alle favolose leggende che ho studiato di come le ho intrecciate con la storia della Livorno del 1700.

Un'ultima curiosità: questo spettacolo, assieme allo spettacolo di Claudio Monteleone Facce di Libeccio, è il motivo per cui ho deciso di chiamare la mia nuova compagnia teatrale i Leggendari..

Cecilia - leggende di mare
Cecilia.jpg

Autore: Ephraim Pepe
Codice opera SIAE: 949961A
Necessita autorizzazione dell'autore

Per la Toscana l'autorizzazione esclusiva alla messa in scena è concessa all'Associazione teatrale Compagnia del Cerchio di Livorno fino a dicembre 2025.
Contatti: 
📞 3925671340 Alessandra Donati

Vuoi portare in scena lo spettacolo?

contact.help.privacy

Commenti degli spettatori

Cecilia.jpgCecilia

Uno spettacolo intenso ed evocatico. Alessandra Donati e Claudio Monteleone, grazie alla loro bravura, riescono a farci immergere completamente nell'atmosfera del racconto. L'accompagnamento musicale di Martina Datura Lo Conte e Emanuela Maciotti sono la perfetta cornice per rendere l'esperienza ancora più immersiva e sentita. Un plauso speciale ad Alessandra che grazie alla sua voce e alla sua presenza scenica, riesce a riempire il palco, non facendo pesare la mancanza di una vera e propria scenografia. Tutti bravi, complimenti!

Michele Benvenuti
24/09/2021
Cecilia.jpgCecilia

Buonasera, lo spettacolo a cui ho assistito mi è piaciuto molto, mi ha divertito, tanto emozionato e la voce della protagonista mi hanno fatto venire la pelle d’oca. Uno spettacolo fresco e divertente ma nello stesso tempo ricco di tradizione e storia. Gli strumenti e la voce sullo sfondo lo rendono anche un po' mistico. Saluti Luca

Luca Cattermol
07/09/2021
Cecilia.jpgCecilia

Complimenti davvero !!! lo spettacolo molto bello come anche la regia !!! e Alessandra spettacolare !!! una grande e giovane promessa livornese, onore a chi le sta dando valore ! ed ovviamente a lei che con leggerezza, delicatezza ma intensita' e forza e' stata in grado di reggere un intero spettacolo. Dal testo potevano nascere anche due spettacoli, tanto e' denso di notizie interessanti per noi livornesi..!!!

Irene Genovese
24/08/2021